La carbossiterapia è una tecnica di medicina estetica che attraverso l’inoculazione di piccole quantità di anidride carbonica medicale nel sottocute, consente di ottenere ottimi risultati nel ringiovanimento cutaneo e nel trattamento di cellulite, adiposità localizzate e smagliature.

Le aree trattate

La carbossiterapia risulta particolarmente efficace nella riduzione di accumuli di adipe localizzato in corrispondenza di:

  • Gambe
  • Fianchi
  • Glutei

In cosa consiste il trattamento

La carbossiterapia prevede l’inoculazione sottocutanea e intradermica di anidride carbonica medicale (CO2), iniettata attraverso l’uso di aghi minuscoli in modo preciso e localizzato sull’area interessata, con lo scopo di provocare un’acidosi tessutale alla quale l’organismo risponde con l’aumento della quantità di flusso sanguigno nella zona.

La CO2 medicale è un prodotto sicuro e biocompatibile il cui principio attivo risulta ben tollerato dall’organismo, senza provocare allergie o controindicazioni particolari.
Il trattamento risulta ben sopportato dal paziente con la riduzione della dolorabilità mano a mano che si effettuano le sedute.

Gli effetti della carbossiterapia

Le microiniezioni di CO2 medicale producono svariati effetti positivi:
miglioramento della funzionalità del microcircolo (riapre i capillari chiusi per effetto vasodilatatore, favorendo una maggior ossigenazione dei tessuti), riduzione degli accumuli di adipe localizzato (rompe le membrane delle cellule grasse per effetto lipoclasico), ringiovanimento del derma (incentiva il metabolismo cellulare migliorando l’elasticità e la compattezza della pelle).